Logo Tecnobit software house per CAD 2D e 3D per Geometri, Architetti e Ingegneri
Cerca
SDI e altre variabili di sistema da gestire in AutoCAD e GstarCAD.

SDI e altre variabili di sistema da gestire in AutoCAD ® e GstarCAD

seguici 

Nel complesso ecosistema di AutoCAD e GstarCAD, le variabili di sistema giocano un ruolo fondamentale nel determinare il comportamento dell’applicazione e l’esecuzione di comandi specifici. Tra queste, la variabile SDI si distingue per la sua importanza cruciale nel definire come i file vengono aperti e gestiti all’interno di una singola sessione di lavoro.

Il significato della variabile SDI: apertura singola o multipla

La variabile SDI (Single Document Interface) può assumere due valori distinti: 0 o 1. Quando impostata al valore predefinito di 0, AutoCAD e GstarCAD consentono l’apertura di più file contemporaneamente nella stessa sessione di lavoro. Questo comportamento è ormai familiare agli utenti CAD ed è anche l’impostazione di default della variabile SDI.  Questa configurazione è ideale per chi lavora su diversi progetti simultaneamente, permettendo di alternare facilmente tra i file aperti tramite la barra delle schede file.

Al contrario, se la variabile SDI viene impostata a 1, l’applicazione diventa “mono-progetto”. Ciò significa che quando si tenta di aprire un nuovo file, il programma richiederà di salvare le eventuali modifiche al file corrente prima di chiuderlo e aprire il nuovo. Questo approccio potrebbe risultare più lineare per alcune tipologie di lavoro, riducendo la possibilità di confusione o errori dovuti a più file aperti simultaneamente, ma potrebbe anche comportare una perdita di flessibilità nel passare rapidamente da un progetto all’altro.

Monitorare le variabili di sistema: una precauzione fondamentale

Mentre la modifica della variabile SDI può essere intenzionale per adattarsi a preferenze o flussi di lavoro specifici, è importante essere consapevoli che anche altre variabili di sistema potrebbero subire modifiche inaspettate. Queste modifiche potrebbero derivare dall’installazione di aggiornamenti software o dall’integrazione di App di terze parti.

In tali casi AutoCAD e GstarCAD non forniscono necessariamente notifiche esplicite riguardanti i cambiamenti delle variabili di sistema. Pertanto, gli utenti potrebbero trovarsi improvvisamente di fronte a comportamenti insoliti dell’applicazione, senza comprenderne immediatamente la causa.

SYSVARMONITOR: lo strumento per il controllo sulle variabili

Fortunatamente sia AutoCAD che GstarCAD offrono uno strumento potente chiamato SYSVARMONITOR, progettato appositamente per monitorare le variabili di sistema. Digitando questo comando, gli utenti possono visualizzare un elenco di variabili strategiche e attivare le notifiche popup per essere avvisati in caso di modifiche.

Il comando SYSVARMONITOR, digitato sulla Riga di comando apre una finestra che elenca alcune delle variabili di sistema più significative, permettendo di verificare e modificare i loro valori. Ad esempio, è possibile monitorare la variabile SDI e altre variabili critiche per assicurarsi che mantengano i valori desiderati.

Inoltre, è possibile personalizzare l’elenco delle variabili monitorate, aggiungendo o rimuovendo quelle ritenute più rilevanti per il proprio flusso di lavoro. Ad esempio, la variabile DELOBJ, spesso utilizzata nella modellazione 3D, potrebbe essere un’aggiunta utile per molti utenti.

Procedura di modifica della variabile SDI in AutoCAD e GstarCAD

Per modificare il valore della variabile SDI, si può semplicemente digitare SDI nella Riga di comando e inserire il nuovo valore desiderato (0 o 1). Ad esempio, impostando SDI su 1 e tentando di aprire un nuovo file, AutoCAD chiederà di salvare il file corrente prima di chiuderlo e aprire il nuovo. La stessa cosa accadrà in modo identico in GstarCAD.
Al contrario, reimpostando SDI su 0, si potranno aprire più file contemporaneamente, ciascuno visualizzato come scheda separata nella barra dei file.

Mantenere il controllo delle variabili per gestire il programma

Monitorare costantemente le variabili di sistema non è solo una precauzione, ma rappresenta anche un’opportunità per ottimizzare l’esperienza di disegno CAD. Comprendere appieno il ruolo di ciascuna variabile, o almeno di quelle di primaria importanza nel proprio lavoro, consente agli utenti di personalizzare l’ambiente di lavoro in modo da adattarlo alle proprie esigenze specifiche.

Che si tratti di modificare la variabile SDI per gestire l’apertura dei file in modo diverso, o di monitorare altre variabili cruciali come DELOBJ, mantenere il controllo di questi parametri è fondamentale per sfruttare appieno le potenzialità di AutoCAD o GstarCAD.

L’efficienza e la produttività sono fattori chiave. Comprendere e gestire le variabili di sistema può rappresentare un vantaggio competitivo significativo per progettisti, architetti e professionisti CAD di ogni livello. Investire il tempo necessario per padroneggiare questo aspetto può portare a risultati tangibili in termini di flussi di lavoro ottimizzati, maggiore controllo sull’ambiente di disegno e, in ultima analisi, una migliore qualità del lavoro finale.

Condividi l’articolo